Il marketing ti serve, ti serve come l’aria per vivere: se vuoi che il tuo business non sprofondi devi fare marketing.

E se hai una piccola azienda locale, un negozio, o sei un commerciante o un libero professionista, se vuoi fare marketing non puoi trascurare l’importanza del territorio, l’importanza che devi dare al rapporto con il luogo in cui operi.

E quindi il tuo marketing, di conseguenza, non può assolutamente tralasciare quegli strumenti che, in modo e in misura diversa tra loro, ti collocano nello spazio geografico.

Dopo che ti sei posizionato nella mente delle persone, dopo che hai fissato in testa ai tuoi clienti potenziali i tuoi prodotti o servizi, devi collocarti anche nel tessuto sociale e territoriale in cui vuoi operare.

A livello strategico, quindi, devi prima fare un’analisi precisa e accurata su quale sia in modo effettivo il bacino di utenza che vuoi abbracciare e raggiungere.

Devi mettere nero su bianco quale sarà il panorama geografico entro il cui confine hai deciso di agire.

Il discorso che andremo a fare in questo articolo, inerente agli strumenti di geolocalizzazione e al marketing geolocalizzato, sono quindi estremamente importanti, utili ed interessanti per quelle categorie di imprenditori, negozianti e liberi professionisti che, per la natura del loro business, hanno uno stretto rapporto con il territorio in cui si trovano a operare.

Anche se il discorso sulla geolocalizzazione può essere allargato a qualsiasi tipo di business, se hai un negozio, per esempio, potrai capire facilmente l’utilità degli strumenti che andremo a vedere.

Di base, utilizzare nella propria strategia di marketing strumenti di geolocalizzazione serve per fare di un limite un vantaggio.

Seguimi attentamente e capirai meglio cosa intendo.

Avere un negozio di generi alimentari in provincia o essere il più bravo parrucchiere della zona ha di per sé il limite intrinseco del tuo bacino di utenza di riferimento. Venderai i tuoi prodotti e i tuoi servizi a le persone della zona. Punto. E quindi avrai un limite fisiologico, imposto dalla natura del tuo business. Proprio come stavamo dicendo prima.

Usare questo limite come un vantaggio, è la natura soggiacente agli strumenti di geolocalizzazione, che vogliono cercare di tamponare a questo handicap intrinseco e difficilmente aggirabile

 

Trovare espedienti che portino il nostro cliente a fare un “check in”, quindi a geolocalizzarsi tramite i suoi profili social, può essere utilizzato dalle aziende per creare nuove strategie di comunicazione pubblicitaria, coinvolgendo i clienti presenti sul territorio attraverso quelle che si chiamano attività di proximity marketing, finalizzate al raggiungimento di obiettivi commerciali.

I Location-based services costituiscono una naturale evoluzione dei social network che infatti ne prevedono ormai forme specifiche. La possibilità che i social offrono  di dire agli altri “dove ti trovi” fa sempre più parte delle nostre abitudini relazionali e comunicative e per questo motivo,il marketing non può non prendere in considerazione questi strumenti, al fine di creare strumenti di promozione e comunicazione.

Le grandi aziende, ma anche le PMI, possono utilizzare gli strumenti di geolocalizzazione come strumenti promozionali importanti, che possono permetterti, se utilizzati bene, di aprire nuovi canali e di comunicazione a fronte di investimenti economici limitati.

I vantaggi per gli imprenditori che decidono di usare questi strumenti sono principalmente tre:

  • Aumento della visibilità online, generata dal passaparola tra gli utenti che condividono informazioni georeferenziate aventi a oggetto l’attività commerciale;
  • Aumento nella frequentazione del punto vendita con nuovi clienti che provengono dalle attività promozionali effettuate sui social network;
  • Rafforzamento della fedeltà dei clienti già acquisiti attraverso sconti e omaggi virtuali

 

La tecnologia è pronta e gli utenti ci sono, tanti tanti e sempre di più. Sono le aziende,  i negozi, gli imprenditori, i liberi professionisti che devono compiere il passo decisivo promuovendo il proprio brand e i propri prodotti/servizi soprattutto tra gli utenti più attivi e influenti, generando passaparola attraverso un utilizzo consapevole e strategico dei social media.

I LBS (Location-base services) danno, come abbiamo visto, la possibilità agli utenti di relazionarsi con altre persone in base alla loro posizione geografica: pensa solo a quante persone utilizzano i loro smartphone per effettuare i check-in vicino ad attività commerciali come ristoranti, negozi e fiere.

Avrai così un forte passaparola gratuito: dato che la registrazione geolocalizzata viene trasmessa su social, questa sarà visibile e consultabile attraverso il flusso di notizie erogato ai suoi amici, e così si diffonderanno in modo esponenziale notizie dettagliate sul luogo appena visitato. Starà poi a noi imprenditori rendere commerciale adeguato, con contenuti interessanti, il nostro portale social consultabil.

Pensa poi al fatto che con i LBS gli utenti hanno quasi in ogni caso la possibilità per scrivere recensioni sui posti che hanno visitato. Queste recensioni vengono poi condivise. Le recensioni sono un’arma che ti si può ritorcere contro, ricordatelo: sta a te far vivere una esperienza positiva ed emotivamente forte ai tuoi clienti.

Ricordiamoci poi che la possibilità di creare promozioni collegate alla geolocalizzazione sono innumerevoli e ciò ti permette davvero di monetizzare concretamente. Sulle strategie di promozione efficace, in seguito, scriveremo un articolo a se stante: è un universo immenso da analizzare con cura.

Come abbiamo visto, quindi, con questi strumenti possiamo attuare una forte targetizzazione territoriale: la possibilità di promuovere attività di marketing di prossimità molto efficaci consiste, infatti, nella creazione di offerte che saranno visibili solo agli utenti che vanno fisicamente in quel luogo oggetto della promozione. È, quindi, importante affiancare alla strategia online anche degli strumenti offline, fisicamente nel nostro esercizio commerciale, come cartellonistica o brochure che indichino ai clienti la possibilità di geolocalizzarsi da noi, e i vantaggi immediati che ne conseguono per loro.

 

Per utilizzare al meglio le risorse che la geolocalizzazione ci dà, bisogna capire prima quale sia il nostro obiettivo.

Il social networking è una attività in grado di generare valore reale e i LNS possono fornire una ulteriore opportunità di business e di relazione sul territorio.

Il primo passo da compiere per creare una strategia coerente è quello di stabilire con chiarezza i propri obiettivi.

Inizia ponendoti questo genere di domande:

  • Vuoi incrementare l’afflusso di nuovi clienti?
  • Vuoi rendere più frequenti le visite che fanno i tuoi attuali clienti?
  • Vuoi promuovere una precisa iniziativa in una particolare provincia?
  • Vuoi incentivare gli acquisti di un certo prodotto?
  • Vuoi acquisire un maggior numero di clienti in una determinata fascia oraria?

 

Le domande da porsi variano sicuramente a seconda del business e della tua attività, alle dimensioni della stessa e al mercato in cui opera.

Potresti anche rispondere “VOGLIO TUTTI QUESTI OBIETTIVI”.

Ovviamente, affinché qualsiasi strategia di marketing sia davvero efficiente è necessario concentrare le attività strategiche ed operative su ogni nostro specifico obiettivo, integrando di volta in volta strumenti analogici e digitali.

 

Prima di lanciare qualsiasi iniziativa di questo genere, quindi, crea nella tua testa il tuo obiettivo (quel famoso obiettivo Pure Smart di cui tanto parlo nei miei corsi).

Questo vi aiuterà ad analizzare meglio i vostri risultati e a modificare la campagna marketing quando e dove sarà necessario.

Commenti

commenti