Dal marketing del prodotto al marketing dei valori

Brand, branding e personal branding sembrano tutte parolacce.

E invece no: sono convinto che il concetto di brand sia il futuro (e il presente) del marketing.

Ognuno di noi quotidianamente si fa portavoce di una moltitudine di brand, anche se forse non lo sa: nei prodotti che acquista, nel proprio stile di vita e nelle reti di relazioni sociali che instaura e frequenta.

L’importanza e il significato del Personal Branding nella tua vita quotidiana ti permetterà  sicuramente di distinguerti dalla massa, e così succederà nel momento in cui applicherai  un insieme di tecniche non solo a te stesso ma anche alla tua azienda e al prodotto/servizio che vendi.

Ci sono alcuni elementi fondamentali di cui bisogno assolutamente tenere conto se si vuole creare un Personal branding di impatto e che quindi funzioni realmente:

  • Il Marketing del Personal brand e tutto ciò che ne consegue;
  • Una strategia intelligente di Networking, skill essenziale del Personal brand;
  • I Social Media e l’utilizzo che ne fai;

Adesso prendiamo in analisi ognuno dei punti dell’elenco appena visto e vediamoli più da vicino

Marketing del Personal Brand

Una volta il marketing era utilizzato solo da alcune aziende e in alcuni business: adesso il marketing deve essere uno strumento per tutti.

Oggi ognuno di noi ha bisogno di utilizzare il marketing per promuovere se stesso, ovvero il marketing del proprio Personal Brand: dal manager, all’agente di commercio, al dipendente, al professionista, o all’imprenditore.

Tutti hanno necessità di conoscere le nuove regole del marketing e della comunicazione: il Personal branding utilizza il marketing per la creazione di una immagine che rifletta le attitudini, i comportamenti, le esperienze e gli obiettivi di ognuno di noi. E deve comunicare dei valori, i tuoi.

Il marketing di noi stessi, il marketing del brand che ognuno di noi è, deve veicolare necessariamente la serie di valori che sono i nostri valori di riferimento. Il Personal branding di ognuno di noi deve essere la vetrina dinamica del nostro bagaglio di valori. La forza del nostro brand sarà direttamente proporzionale alla forza con cui comunichiamo i nostri valori, i valori che ci distinguono e che ci rendono ciò che siamo… e ciò che siamo percepiti.

In molti, per esempio, nell’ambiente della moda hanno creato un Personal brand molto forte: basti pensare al fatto che utilizzando il valore del proprio nome hanno potuto espandersi in business diversi da quello originario.

Ogni società, di qualsiasi dimensione sia e qualunque sia il suo mercato di riferimento, se riesce a gestire bene il proprio brand può aumentare, di molto, il valore del proprio business.

Nella mia esperienza di consulente di strategie di comunicazione e di marketing in vari settori merceologici e per le aziende più varie, consiglio sempre di spostare il focus  dell’attenzione (e quindi delle energie spese) dal marketing del prodotto al marketing del brand. Se realizzi un ottimo marketing mix del tuo brand il tuo prodotto si venderà da solo. Se crei un perfetto storytelling e un’atmosfera ben percepita e chiara del tuo brand (e quindi dei suoi valori) i clienti arriveranno.

E quindi siamo al passo successivo: i clienti arriveranno da te, acquisteranno i tuoi prodotti/servizi se avrai costruito una comunicazione coordinata cross mediale coerente con i tuoi valori, pervasiva sul web, ben strutturata e progettata in modo chirurgico. In poche parole devi costruire una struttura comunicativa potente – pervasiva – pertinente con ciò che proponi e con ciò che vuoi comunicare.

Smetti di comunicare il tuo prodotto su Facebook, smetti di parlare delle sue caratteristiche, smetti di parlare della  qualità dei tuoi servizi, smetti di pubblicizzare “il prodotto più innovativo sul mercato”.

Comunica i valori che distinguono il tuo brand!

In un contesto comunicativo saturo, dove tutti sono “leader del settore”devi distinguerti. Devi comunicare i tuoi valori. Devi comunicare alle emozioni. E valori ed emozioni vanno a braccetto da sempre.

Networking come skill essenziale del Personal brand

Per aumentare la propria visibilità il networking diventa skill essenziale: più persone entrano a far parte di un network e più opportunità hanno di creare sinergie valide ed interessanti per il proprio business.

Fare networking non è scambiarsi dei biglietti da visita. È sviluppare relazioni che possono rivelarsi utili, anche non nell’immediato. Le relazioni vanno curate, mantenute e fatte crescere. Presentati sempre al meglio: ogni rapporto che crei potrà essere importante, anche se non subito.

Fare networking significa creare una rete di relazioni utili e finalizzate ad uno scopo. Non è cinismo. È marketing.

E l’importanza per un Personal brand efficace della capacità di fare rete è immediato.

In alcuni corsi specifici che teniamo nella mia società di consulenza (www.marketingspecifico.com) quando parliamo di come strutturare un Personal branding che funziona davvero, c’è tutta una parte molto rilevante che riguarda la costruzione di un network efficace.

A proposito, se vai sul sito www.marketingspecifico.com puoi iscriverti alla newsletter e rimanere sempre aggiornato sui prossimi corsi che abbiamo in programma.

I Social media e come impattano sul Personal branding

Ai giorni nostri è impossibile fare un discorso sensato sul branding e sul Personal branding senza prendere in considerazione i social media.

I Social, nelle varie forme ed espressioni in cui si presentano, sono uno strumento fondamentale per costruire il proprio brand personale (o qualsiasi brand di prodotto o servizio). I social media è tutto ciò che fai circolare sul web che porta il tuo nome comunica qualcosa di te. Della tua identità e dei tuoi valori.

Come abbiamo visto sopra, la comunicazione deve spostare il proprio baricentro verso la comunicazione del brand: il brand è fatto di valori, e i valori comunicano l’identità del tuo brand.

Questa l’equazione da stamparti nel cervello

BRAND = VALORI = IDENTITÀ

Dato per appurato questo, ecco la strategia della tua comunicazione sui social deve puntare a trasmettere valori e quindi identità.

Basta con inutili post sui social su “quanto è bello il mio prodotto”.

Sono importanti i valori che trasmetti, l’identità che comunichi.

E quello che gli utenti che hanno provato il tuo servizio o prodotto dicono di te.

Basta con auto-elogi digitali, basta con pacche sulla spalla da imprenditore improvvisato.

Comunica valori, comunica emozioni. E crea un brand di cui gli altri parlino. Fai parlare i tuoi clienti, dagli la parola. Costruisci una comunicazione impeccabile sui social.

Poco prodotto, tanto storytelling.

Poche descrizioni delle caratteristiche funzionali di ciò che offri, tanta descrizione della tua vision.

Comunica ai cuori delle persone. I social ti aiutano: sono diretti e informali quanto basta.

Basta con la pagina Facebook gestita dal nipote che “è bravo con queste cose”. Il potere dei social è un boomerang se non utilizzato nel modo corretto.

Ci sono strategie ben precise, basate sulla comunicazione efficace e su un po’ di buon senso, che rendono un post su un social estremamente potente ed efficace.

Non è questo il luogo, perché stiamo parlando di Personal branding, ma avremo modo di vedere in modo dettagliato e specifico come utilizzare in modo sinergico e perfetto i tuoi social (da Facebook a Twitter, passando per Instagram e Youtube) in modo che creino una struttura reticolare infallibile e che facciano arrivare i clienti a te, senza che tu faccia alcune fatica.

Crea una comunicazione forte sui social, crea una credibilità sul web (basata su contenuti interessanti e originali, stimolanti e creativi), crea un blog intorno al tuo brand. E ti accorgerai come ci fossero un sacco di persone che stavano solo aspettando di darti i loro soldi.

Crea un brand forte e  smetterai di fare la corsa al ribasso dei prezzi per rubare qualche cliente ai tuoi concorrenti.

Crea un brand forte e potrai far pagare il tuo prodotto il doppio, il triplo.

La gente sarà disposta a pagare di più: comunica valori e identità, comunica emozioni.

E il gioco è (quasi fatto).

Continueremo a parlare di tutto questo, e di molto altro.

Per non perderti niente di quello che scriverò qui, iscriviti alla newsletter e rimarrai sempre aggiornato.

Se non l’hai ancora fatto, questo è il link per iscriverti.

Commenti

commenti